Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 15 | 16 | (Page 17) | 18 | 19 | .... | 33 | newer

    0 0

    Domenica, 08 Novembre 2015

    Prosegue l’offerta di visite guidate alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana (Libreria Sansoviniana), che si tiene la seconda domenica di ogni mese.

    Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 8 novembre alle ore 10.30, 12.00 e 15.00: nel corso della visita verranno illustrati lo scalone monumentale e la decorazione pittorica presente all’interno delle Sale Monumentali. Si accennerà inoltre alla storia costruttiva dell’edificio.

    Non è necessario prenotare. Punto di incontro: Venezia, Piazzetta San Marco 13/a.

    Informazioni: lunedì - venerdì 041.2407238 e domenica 041.2407223; mazzariol@marciana.venezia.sbn.it


    0 0

    Conferenza di Giulio Busi
    Venerdì, 20 Novembre 2015

    In occasione del V° centenario della morte di Aldo Manuzio il Vecchio, nell’ambito del ciclo di incontri, eventi, laboratori “Aldo al lettore… Invito in Biblioteca Nazionale Marciana alla scoperta del mondo di Manuzio” a cura di Tiziana Plebani, venerdì 20 novembre2015, alle ore 17. 00, si terrà la conferenza di Giulio Busi: La Laguna poliglotta di Aldo. Ebraico, arabo e altri saperi esotici nell'officina manuziana.

    L’incontro sarà trasmesso in diretta web tv sul canale Venipedia TV: http://venipedia.it/tv/venipedia/

    Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Informazioni: didattica@marciana.venezia.sbn.it 

    Dalle pagine del Polifilo al sogno, naufragato, di un’accademia trilingue, Aldo si mostra assai sensibile agli esotismi di fine Quattrocento. L'amicizia con Giovanni Pico, la misteriosa influenza dell'opera di Francesco Colonna, la frequentazione di eruditi tedeschi già malati d'Oriente sono gli ingredienti di un multilinguismo manuziano che vale la pena di (ri)scoprire.

    Giulio Busiè professore ordinario alla Freie Universität di Berlino, dove dirige l’Istituto di Giudaistica. Si è occupato particolarmente di misticismo ebraico e di Rinascimento italiano di cui ha analizzato tanto lo sviluppo storico quanto i valori letterari e le implicazioni estetiche. Collabora con numerose riviste specialistiche e con giornali quotidiani, tra cui il “Tagesspiegel”, “Die Welt” e il “Sole 24 Ore”. Dal 2007 insegna anche Storia del pensiero ebraico presso l’Università Statale di Milano. Tra le sue più recenti pubblicazioni: The Great Parchment. Flavius Mithridates’ Latin Translation, the Hebrew Text, and an English Version (con S. M. Bondoni e S. Campanini, Torino, 2004), Hebrew to Latin, Latin to Hebrew (Berlin – Torino 2006), Qabbalah visiva (Torino 2005), L’enigma dell’ebraico nel Rinascimento (Torino 2007), Zohar (Torino 2008), Vera Relazione sulla Vita e i Fatti di Giovanni Pico Conte della Mirandola (Torino 2010), Giovanni Pico. Mito, magia, qabbalah (con Raphael Ebgi, Torino 2014).

    Si ringraziano: Alberto Prandi, Scrinium S.p.a., Bazzmann S.r.l., Fondazione Giorgio Cini onlus, AVM Holding, Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia, Artemisia laboratori didattici e culturali a Venezia, Tipoteca Italiana fondazione, Comune di Bassiano.


    0 0

    Tavola rotonda
    Mercoledì, 25 Novembre 2015

    In occasione del V° centenario della morte di Aldo Manuzio il Vecchio, nell’ambito del ciclo di incontri, eventi, laboratori “Aldo al lettore… Invito in Biblioteca Nazionale Marciana alla scoperta del mondo di Manuzio” a cura di Tiziana Plebani, mercoledì 25 novembre, alle ore 17, si svolgerà una tavola rotonda sul tema: Il mondo del libro ieri e oggi a confronto: editori, curatori, autori e lettori. Partecipano: Mario Andreose, Cesare De Michelis, Tiziano Scarpa, Guido Guerzoni, coordina Alessandro Marzo Magno.

    Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

    L’incontro sarà trasmesso in diretta web tv sul canale Venipedia TV: http://venipedia.it/tv/venipedia/

    Informazioni: didattica@marciana.venezia.sbn.it 

    Mario Andreose, veneziano, è attivo da alcuni decenni nell'editoria. Ha partecipato all'avventura de Il Saggiatore di Alberto Mondadori, in vesti successive di correttore di bozze, traduttore, redattore, redattore capo, direttore editoriale. Passato alla Mondadori si è occupato del settore nascente delle coedizioni dei libri per ragazzi e dei libri illustrati. È stato direttore editoriale del Gruppo Fabbri, comprendente le edizioni scolastiche e le case editrici Bompiani, Sonzogno, Etas. Attualmente è direttore letterario della RCS Libri e collaboratore della “Domenica” de “Il Sole 24ore”.

    Cesare De Michelis, professore emerito dell'Università di Padova, in cui ha insegnato Letteratura italiana moderna e contemporanea, dirige la rivista “Studi Novecenteschi” e collabora con il “Corriere del Veneto” e con “Il Sole 24ore”. È presidente della Marsilio Editori di Venezia; di questa esperienza da dato nel libro Tra le carte di un editore (Venezia 2011).

    Guido Guerzoni si è laureato in economia aziendale in Bocconi nel 1992 e nel medesimo ateneo ha conseguito un dottorato in storia economica nel 1996. Da vent'anni si occupa accademicamente e professionalmente di economia delle istituzioni culturali e di storia dei mercati dell'arte e dei beni da collezione, collaborando con diverse istituzioni nazionali e internazionali.

    Tiziano Scarpa ha scritto romanzi, saggi, testi teatrali, poesie. Tra i suoi libri più noti: Stabat Mater (Torino 2008), Groppi d'amore nella scuraglia (Torino 2005), Venezia è un pesce (Milano 2001). Ha fondato le riviste “Nazione indiana” e “Il primo amore”.

    Alessandro Marzo Magno, dopo molti anni trascorsi nei giornali, da qualche tempo si dedica soprattutto ai libri di divulgazione storica. Ne ha scritti un po’, e con L’alba dei libri. Come Venezia ha fatto leggere il mondo (Milano 2012) ha raccontato la rivoluzione della stampa avvenuta a Venezia nella prima metà del Cinquecento.

    Si ringraziano: Alberto Prandi, Scrinium S.p.a., Bazzmann S.r.l., Fondazione Giorgio Cini onlus, AVM Holding, Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia, Artemisia laboratori didattici e culturali a Venezia, Tipoteca Italiana fondazione, Comune di Bassiano.


    0 0

    Sabato, 28 Novembre 2015

    Si concludono sabato 28 novembre 2015 con tre visite guidate a dieci aldine marciane (alle ore 10, 11 e 12) le iniziative che la Biblioteca Nazionale Marciana ha realizzato in occasione del V° centenario della morte di Aldo Manuzio il Vecchio dal titolo “Aldo al lettore… Invito in Biblioteca Nazionale Marciana alla scoperta del mondo di Manuzio” a cura di Tiziana Plebani.

    Punto d’incontro: ingresso della Biblioteca, Piazzetta San Marco n. 7, Venezia.

    Prenotazione obbligatoria scrivendo dal 18 al 26 novembre all’indirizzo:didattica@marciana.venezia.sbn.it.

    Numero massimo di partecipanti per ogni visita: 25 persone.

    A partire dal 25 novembre, inoltre, sul sito web della biblioteca (http://marciana.venezia.sbn.it) sarà disponibile “Aldo: dieci intermezzi tipografici. Mostra virtuale di dieci aldine della Biblioteca Nazionale Marciana”.

    Si ringraziano: Alberto Prandi, Scrinium S.p.a., Bazzmann S.r.l., Fondazione Giorgio Cini onlus, AVM Holding, Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia, Artemisia laboratori didattici e culturali a Venezia, Tipoteca Italiana fondazione, Comune di Bassiano.

     

     

     


    0 0

    Inaugurazione del progetto di disseminazione della ricerca
    Venerdì, 13 Novembre 2015

    Venerdì 13 novembre dalle 9.00 alle 12.30, presso l' Auditorium Santa Margherita (Campo Santa Margherita, Venezia), si terrà l'inaugurazione del progetto di disseminazione della ricerca pensato dalla ricercatrice cafoscarina Paola Tomè, cultore della materia in letteratura latina medievale e umanistica a Ca’ Foscari e docente di latino e greco al Liceo Montale di San Donà di Piave, per la sua borsa di ricerca “Marie Curie” IEF presso l’Università di Oxford. La mattinata vedrà riuniti circa 200 ragazzi dei Licei aderenti all’iniziativa attorno al tema Il ritorno dello studio delGreco nell’Europa del XV secolo: antiche e nuove prospettive per una ripresa degli studi classici.

    Dopo i saluti delle autorità  presenti,  aprirà la terna di relazioni Tiziana Plebani (Biblioteca Nazionale Marciana) che parlerà di Venezia capitale della stampa e delle scelte di Aldo, come editore e come maestro, mentre a seguire Federica Ciccolella (Texas and AM University) traccerà un quadro generale sui maestri, i libri e il percorso di studi di greco nel periodo di interesse (XV e XVI secolo fino al 1529). Dopo una breve pausa, Federico Boschetti (Istituto di Linguistica Computazionale “Zampolli” CNR di Pisa) si soffermerà  sulle future prospettive delle digitalhumanities, con un interessante intervento dedicato alla filologia cooperativa in ambito digitale. La mattinata si chiuderà col viatico di alcuni passi tratti dalle prefazioni manuziane.

    L’evento è stato organizzato da Paola Tomè col supporto dei fondi “Marie Curie, Seventh Framework Programme” e col contributo delle scuole partner (Liceo Marco Polo di Venezia, capofila del progetto, Liceo Montale di San Donà di Piave e Liceo XXV Aprile di Portogruaro), in collaborazione con Biblioteca Nazionale Marciana, Ufficio Scolastico Regionale del Veneto, 15th Century Book Trade Project di Oxford, Istituto Linguistica Computazionale “Zampolli” CNR Pisa, Open Philology Project di Lipsia, Musisque Deoque, Pedecerto, Cursus In Clausola.

    Hanno concesso il patrocinio all’iniziativa l’Università  di Oxford, l’Università Ca' Foscari di Venezia (Dipartimento di Studi Umanistici e Ufficio Ricerca Internazionale), la Regione Veneto, Il Comune Metropolitano di Venezia, l’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto, l’Università Ca' Foscari di Venezia (Dipartimento di Studi Umanistici e Ufficio Ricerca Internazionale), l’Associazione Italiana di Informatica Umanistica e Cultura Digitale.


    0 0

    Le Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana saranno chiuse al pubblico dal 23 novembre al 10 dicembre 2015 per il disallestimento della mostra "Secret Power", il montaggio delle nuove vetrine espositive e l'allestimento della nuova mostra marciana "Daniele Barbaro 81514-70). letteratura, scienza e arti nella Venezia del Rinascimento". Nello stesso periodo il servizio di visite guidate alle Sale Monumentali sarà sospeso.


    0 0

    Sabato 21 novembre 2015, giorno della Festa della Salute, la Biblioteca resterà chiusa, a parte le Sale Monumentali che saranno accessibili con il consueto orario


    0 0

    Dieci aldine della Biblioteca Nazionale Marciana
    Mercoledì, 25 Novembre 2015

    A conclusione del lungo omaggio che la Marciana ha voluto rendere ad Aldo Manuzio, grande editore del Rinascimento con cui Venezia, già capitale del libro a stampa, divenne un luminoso esempio di innovazione e genio, la Biblioteca Nazionale Marciana vuole offrire attraverso questa mostra virtuale http://marciana.venezia.sbn.it/mostre-virtuali/aldo-manuzio-dieci-intermezzi-tipografici un piccolo ma significativo campione della propria collezione.

    130 edizioni uscirono dalla stamperia di Aldo in associazione con Andrea Torresano: di queste la Biblioteca Marciana ne conserva ben 107, testimoniate in 156 esemplari. Per l'occasione sono state scelte e illustrate dieci realizzazioni aldine, presentate secondo l'ordine cronologico di stampa. Il commento è incentrato sugli autori dei testi, sul contributo di Aldo alla specifica realizzazione editoriale e tipografica e infine sulla storia degli esemplari marciani con utili rinvii all'archivio dei possessori presente nel sito della Biblioteca. La descrizione short-title rinvia attraverso link alla scheda dettagliata presente nell'Opac. Si potranno inoltre 'sfogliare' le dieci aldine presentate nella loro interezza.

    Aldo Manuzio (Bassiano 1449-1452 - Venezia 1515) fu l'inventore della figura dell'editore. Prima di lui la stampa aveva conosciuto l'avvicendarsi di numerosi stampatori, alcuni molto esperti e innovativi, ma del tutto inedite furono, e apparvero immediatamente anche ai contemporanei, l'ampiezza, la natura etica e la rete di collaboratori del programma che Aldo mise in piedi in vent'anni di attività della sua bottega, dall'esordio del 1495 con gli Erotemata di Constantino Lascaris sino al De rerum natura di Lucrezio del gennaio del 1515, uscito a breve distanza dalla sua morte, sopraggiunta il 6 febbraio dello stesso anno.

    Credits: la mostra è curata da Tiziana Plebani, la realizzazione sul web è di Donatella Benazzi con il supporto di Bazzmann Srl, le schede sono state redatte da Orsola Braides, Saida Bullo, Elisabetta Lugato, Susy Marcon, Maria Grazia Negri, Tiziana Plebani, Elisabetta Sciarra; le riproduzioni fotografiche sono state effettuate da Paolo Emilio Pizzul mentre altre provengono dalla teca marciana.

     

     


    0 0

    Oggi, martedì 24 novembre 2015 per esigenze organizzative la sala manoscritti resterà chiusa nel turno antimeridiano, la sala di lettura e gli altri servizi funzioneranno regolarmente.


    0 0
    0 0

    Domenica, 13 Dicembre 2015

    Prosegue l’offerta di visite guidate alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana (Libreria Sansoviniana), che si tiene la seconda domenica di ogni mese.

    Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 13 dicembre alle ore 10.30, 12.00 e 15.00: nel corso della visita verranno illustrati lo scalone monumentale e la decorazione pittorica presente all’interno delle Sale Monumentali. Si accennerà inoltre alla storia costruttiva dell’edificio.

    Non è necessario prenotare. Punto di incontro: all’interno delle Sale Monumentali.

    Si precisa che l'accesso alle Sale Monumentali avviene dal Museo Correr (Piazza San Marco, Ala Napoleonica) ed è subordinato all'acquisizione del biglietto unico dei Musei di Piazza San Marco (valido per il Museo Correr, il Museo Archeologico Nazionale, la Libreria Sansoviniana e Palazzo Ducale), gratuito per i residenti e nati nel Comune di Venezia.

    Informazioni: lunedì - venerdì 041.2407238 e domenica 041.2407223; mazzariol@marciana.venezia.sbn.it


    0 0

    Martedì, 15 Dicembre 2015

    Anche la Biblioteca Nazionale Marciana darà il suo contributo in occasione del quarantesimo anniversario dell’assassinio di Pier Paolo Pasolini, organizzando un incontro dedicato ai suoi anni friulani.

    Martedì 15 dicembre, alle ore 17, nel Vestibolo della Libreria Sansoviniana (Piazzetta San Marco 13/a, Venezia) Giuseppe Mariuz terrà una conferenza dal titolo “Pier Paolo Pasolini e il Friuli”, dialogando con Alessandro Scarsella (Università Ca’ Foscari, Venezia) e presentando anche la seconda edizione, riveduta e aggiornata, del suo libro La meglio gioventù di Pasolini, edito da Campanotto nel 2015 nella collana “Quaderni” dell’Archivio Pasolini, che raccoglie molte testimonianze che ripercorrono la stagione friulana dell’intellettuale dal 1943 al 1949. Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Letture a cura di Annalisa Bruni e Elena Vesnaver.

     

    Giuseppe Mariuz,La meglio gioventù di Pasolini

    Questo lavoro di raccolta di testimonianze ripercorre a ritroso nel tempo la lunga stagione “friulana” di Pier Paolo Pasolini, (1943-1949) e consente di rileggere le ragioni del suo attaccamento a un mondo non ancora corroso da uno sviluppo capitalistico negatore di vero progresso civile, i suoi riferimenti di vita e di valori, le sue successive opzioni fuori dal palazzo e dall’omologazione. I ragazzi che si avvicinano a Pier Paolo per un’esigenza di istruzione, e che nel febbraio del 1945 formano il nucleo dell’Academiuta di lenga furlana, scoprono quasi con incredulità il proprio potenziale linguistico e letterario e nel contempo avvertono col loro educatore una comune esperienza di vita e un’operazione di interscambio culturale. Il corpo centrale delle testimonianze ruota intorno alla gioventù diseredata di contadini e braccianti che popolava la campagna friulana, che racchiudeva in sé impeto, entusiasmo, genuinità, candore. Vi compaiono storie di vita e aspirazioni di persone entrate nelle opere letterarie di Pier Paolo Pasolini che ricompongono un quadro di memorie storiche e lasciano intendere quanto Pasolini stesso avesse inciso in quella realtà e quanto ne fosse stato influenzato e persino incantato.

    Giuseppe Mariuz, docente, scrittore e giornalista, è nato a Valvasone nel 1946 e vive a San Vito al Tagliamento. Collabora con periodici, conduce trasmissioni radiofoniche e televisive ed ha pubblicato numerosi saggi di storia contemporanea, fra cui Leghe bianche e rosse in un’area rurale friulana (1988), Pantera il ribelle. Vita di Giuseppe Del Mei (1991, ried. 2011), Guerra e resistenza: il conflitto mondiale e i riflessi locali (1995), L’autonomismo friulano 1943-1963 (2012), tre libri su Pier Paolo Pasolini (La meglio gioventù di Pasolini, 1993, nel 2015 in seconda ed. ampliata; La corda rotta con Tito Maniacco e Danilo De Marco, 1994; Luogo assoluto dell’universo, 1995). In poesia, oltre ad aver curato varie antologie, ha pubblicato le raccolte Scur di viarta – Buio di primavera nel 1985, Consert – Concerto nel 2001, Volti in poesia nel 2006, Caravansierai  nel 2009.


    0 0

    Giovedì, 10 Dicembre 2015

    La Biblioteca Nazionale Marciana, in collaborazione con la University of St Andrews e il Centre d'Études Supérieures de la Renaissance (Tours) inaugurerà giovedì 10 dicembre, alle ore 17, nelle sue Sale Monumentali, la mostra “Daniele Barbaro (1514-70). Letteratura, scienza e arti nella Venezia del Rinascimento” (ingresso Piazzetta San Marco 13/a, Venezia).

    L’esposizione,che rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2016, si inserisce fra le attività organizzate, in occasione dei cinquecento anni dalla nascita di Daniele Barbaro nell’ambito progetto internazionale “Daniele Barbaro (1514-70): In and Beyond the Text”, coordinato da Laura Moretti e finanziato da The Leverhulme Trust (UK). Il percorso espositivo renderà visibili i risultati della ricerca, condotta attraverso il coinvolgimento di un nutrito gruppo di studiosi. (https://arts.st-andrews.ac.uk/danielebarbaro)Tema del progetto è l'attività di Barbaro (patrizio veneziano dagli interessi poliedrici) come scrittore, vista anche e soprattutto in relazione all'aspetto materiale dei diversi manoscritti superstiti e degli esemplari a stampa delle sue opere, nel contesto del Rinascimento europeo. Catalogo di Antiga Edizioni.

    Saranno presenti: Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana); Susy Marcon (Biblioteca Nazionale Marciana) e Laura Moretti (University of St Andrews) curatrici della mostra.

     


    0 0

    da Dicembre 2015 a Gennaio 2016

    La Biblioteca Nazionale Marciana, in collaborazione con la University of St Andrews e il Centre d'Études Supérieures de la Renaissance (Tours) organizza delle visite guidate alla mostra “Daniele Barbaro (1514-70). Letteratura, scienza e arti nella Venezia del Rinascimento” (ingresso Piazzetta San Marco 13/a, Venezia), con le curatici Susy Marcon e Laura Moretti.

    Punto d’incontro: cinque minuti prima al portone di Piazzetta San Marco 13/a, Venezia. Non occorre prenotare. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili (25 per ogni visita).

    Questo il programma:

    Sabato 12 dicembre, ore 11, Susy Marcon

    Venerdì 18 dicembre, ore 15.30, Susy Marcon e Claudia Benvestito

    Martedì 22 dicembre, ore 15.30, Laura Moretti

    Sabato 9 gennaio, ore 11, Laura Moretti

    Giovedì 14 gennaio, ore 15.30, Susy Marcon e Silvia Pugliese

    Venerdì 22 gennaio, ore 15.30, Susy Marcon

     


    0 0
  • 12/10/15--04:22: Mostra su Daniele Barbaro
  • 0 0

    Nei giorni 24 e 31 dicembre 2015 la Biblioteca chiuderà alle 13.30. Il 25 e il 26 dicembre 2015 e il 1 °e il 6 gennaio 2016, come di consueto, sarà chiusa al pubblico.

     


    0 0
  • 12/28/15--04:30: #DomenicalMuseo
  • Ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Venezia e alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana
    Domenica, 03 Gennaio 2016

    Continua anche nel 2016 #DomenicalMuseo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente,  in applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

    Domenica  3 gennaio 2016, quindi, tutti potranno accedere gratuitamente al Museo Archeologico Nazionale di Veneziaealle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, inseriti nel percorso integrato de “I Musei di Piazza San Marco”, (orario: 10.00 – 17.00, ultimo ingresso alle ore 16.00).

    Il pubblico che desidera visitare soltanto queste due sedi, pertanto, potrà accedervi dall’ingresso storico del Museo Archeologico: Piazzetta San Marco n. 17.

    Si informa che, per motivi di sicurezza, non saranno ammessi visitatori con zaini, valigie e borse voluminose.

     


    0 0

    Oggi, lunedì 28 dicembre 2015, per cause di forza maggiore, il servizio di prestito locale chiuderà alle ore 13.30.


    0 0

    Domenica, 10 Gennaio 2016

    Anche per l’anno 2016 prosegue l’offerta di visite guidate alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana (Libreria Sansoviniana), che si tiene la seconda domenica di ogni mese.

    Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 10 gennaio alle ore 10.30, 12.00 e 15.00: nel corso della visita verranno illustrati lo scalone monumentale e la decorazione pittorica presente all’interno delle Sale Monumentali. Si accennerà inoltre alla storia costruttiva dell’edificio

    Non è nessario prenotare. Punto di incontro: all’interno delle Sale Monumentali.

    Si precisa che l'accesso alle Sale Monumentali avviene dal Museo Correr (Piazza San Marco, Ala Napoleonica) ed è subordinato all'acquisizione del biglietto unico dei Musei di Piazza San Marco (valido per il Museo Correr, il Museo Archeologico Nazionale, la Libreria Sansoviniana e Palazzo Ducale), gratuito per i residenti e nati nel Comune di Venezia.

    Informazioni: lunedì - venerdì 041.2407238 e domenica 041.2407223; mazzariol@marciana.venezia.sbn.it


    0 0

    Febbraio 2016

    La Biblioteca Nazionale Marciana organizza, nel mese di febbraio 2016, in occasione del Giorno del Ricordo dell'esodo giuliano, un ciclo di tre conferenze dal titolo: “Venezia Giulia e Dalmazia, dal ricordo alla storia”.

    Le due regioni della Venezia Giulia - cioè il Goriziano, il Triestino, l'Istria e la città di Fiume al termine orientale dell'arco alpino - e della Dalmazia, cioè la regione costiera dell'Adriatico orientale che si sviluppa fra il mare e i monti retrostanti dal golfo del Quarnaro sino alle Bocche di Cattaro - assommano la ricchezza e la complessità delle regioni di confine fra diversi mondi geografici, etnici, culturali. Fecero parte sin dall'età classica dell'area politico-culturale italiana o a questa afferente; nella diversità delle rispettive vicende gravitarono sempre nella più vasta area dell'Adriatico e del Mediterraneo sino alla seconda guerra mondiale, che ne cambiò profondamente il ruolo ed il volto. 

    Questo ciclo di tre incontri intende rievocare la loro storia in una prospettiva adriatica, unitaria e di lungo periodo, con un'introduzione di carattere generale e due approfondimenti sul periodo veneziano e su quello asburgico.  Si inserisce nelle commemorazioni del "Giorno del ricordo delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale", solennità civile nazionale italiana istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 e commemorata il 10 febbraio.

    Gli incontri, a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili, si svolgeranno nel Vestibolo della Libreria Sansoviniana (Piazzetta San Marco 13/a, Venezia).

    Questo il programma:

    Mercoledì 10 febbraio, ore 17

    Bruno Crevato-Selvaggi (Società dalmata di storia patria-Roma), Venezia Giulia e Dalmazia dal mondo classico all'età contemporanea. Saluto di Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana), Marino Zorzi (presidente onorario della Società dalmata di storia patria-Roma)

    Martedì 16 febbraio, ore 17

    Antonio Trampus (Università Ca' Foscari, Venezia), La Venezia Giulia e la Dalmazia veneziane. Saluto di Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana)

    Mercoledì 24 febbraio, ore 17

    Egidio Ivetic (Università di Padova). La Venezia Giulia e la Dalmazia asburgiche, con un intervento di Romano Sauro. Cent'anni fa, Nazario Sauro. Saluto di Maurizio Messina (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana)


older | 1 | .... | 15 | 16 | (Page 17) | 18 | 19 | .... | 33 | newer