Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


older | 1 | .... | 30 | 31 | (Page 32) | 33 | newer

    0 0

    Venerdì, 27 Aprile 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana - nell’ambito dell’iniziativa ministeriale di promozione della lettura “IL MAGGIO DEI LIBRI” organizzata dal Centro per il libro e la lettura - propone venerdì 27 aprile, alle ore 17, una conferenza storico archeologica di Stefano Conti sulla figura dell’imperatore romano Flavio Claudio Giuliano, soprannominato l’Apostata. Saluto di Maurizio Messina, Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Stefano Trovato, Direttore della Biblioteca Universitara di Padova, dialogherà con l’Autore.

    Filosofo e scrittore, oltre che ultimo imperatore pagano della storia, Giuliano ha suscitato opinioni contrastanti e accesi dibattiti tra gli studiosi. Nel corso dell’incontro Si ripercorrerà la fortuna letteraria dell’Apostata dagli autori classici a quelli medioevali e rinascimentali, fino ad arrivare ai giorni nostri.  Il mai ritrovato sepolcro dell’imperatore romano ha ispirato lo storico e studioso di Giuliano nella stesura del suo romanzo Io sono l’imperatore, ricco di storia, archeologia, suspense e colpi di scena. Stefano Conti condurrà i presenti in una sorta di viaggio alla scoperta di città e siti archeologici di diverse epoche storiche, dalla Costantinopoli bizantina alla Venezia al tempo dei crociati, dall’Asia Minore romana alla Firenze rinascimentale della famiglia dei Medici.

    Stefano Contiè laureato in Lettere Classiche, dottore di ricerca in Storia e Filosofia antica all’Università di Jena (Germania). Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi Classici della Facoltà di Lettere di Siena, è divenuto poi professore di Storia Romana ed Epigrafia Latina all’Università di Siena. Già docente di Didattica del Latino alla Scuola di Specializzazione per l’insegnamento, ha anche tenuto corsi di Epigrafia romana al Master in Conservazione e Gestione dei beni archeologici e storico-artistici.

     


    0 0

    Mercoledì, 02 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana - nell’ambito dell’iniziativa ministeriale di promozione della lettura “IL MAGGIO DEI LIBRI” organizzata dal Centro per il libro e la lettura - in collaborazione con l’Associazione Culturale Italo Tedesca ACIT di Venezia e l’Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea IVESER, propone mercoledì 2 maggio 2018, alle ore 17, la presentazione del libro di Giacomo Marinelli Andreoli, Nel segno dei padri. La storia di Gugliemina e Peter, Venezia, Marsilio, 2017.

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Nevia Pizzul Capello (ACIT) e Marco Borghi (IVESER) dialogheranno con l’Autore.

    Il libro

    Guglielmina Roncigli è la figlia di Vittorio, uno dei quaranta civili fucilati nella rappresaglia che la Wehrmacht mise in atto a Gubbio, il 22 giugno 1944, dopo l’uccisione di un ufficiale medico tedesco, Kurt Staudacher, da parte di un gruppo di giovani armati dal gap locale. Le polemiche, nella comunità, sulle responsabilità dell’eccidio – il fatto di sangue più grave in tutta l’Umbria nel periodo dell’occupazione – sono durate decenni. Peter Staudacher è figlio di Kurt. Guglielmina e Peter si incontrano – per caso, ma verrebbe da pensare: per destino – quasi settant’anni dopo. Si riconoscono. Si parlano. Si scrivono, a lungo. Né le colpe, né i meriti dei padri ricadono sui figli: ma Peter e Guglielmina capiscono che l’incontro, per quanto fortuito, ha lasciato in dono una responsabilità: la responsabilità di raccontare, di capire, di comprendere, di perdonare, di riconciliare. La loro storia può sembrare piccola e periferica, ma contiene in sé un messaggio universale. Ovunque un conflitto lascia ferite e macerie; e oggi più che mai c’è bisogno di un esempio come quello di Peter e Guglielmina, che hanno avuto la forza, la tenacia, la capacità di guardare oltre il muro. Le tracce del loro percorso dovrebbero guidarci nelle infinite incertezze del nostro presente.

    L’autore

    Giacomo Marinelli Andreoli è nato e vive a Gubbio. Giornalista professionista, dal 2001 è direttore responsabile del network regionale radio-televisivo umbro Trg e del portale internet www.trgmedia.it. Ha collaborato anche con testate nazionali («Il Sole 24 Ore», «Corriere dello Sport», «Oggi») e regionali («Corriere dell'Umbria», «Giornale dell'Umbria»). Nel 2007 ha vinto il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo.  


    0 0

    Giovedì, 10 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana - nell’ambito dell’iniziativa ministeriale di promozione della lettura “IL MAGGIO DEI LIBRI”organizzata dal Centro per il libro e la lettura -  propone giovedì 10 maggio, alle ore 17, la presentazione del primo numero de “L’Illustrazione. Rivista del libro a stampa illustrato” fondata e diretta da Giancarlo Petrella, edita dalla casa editrice Olschki.

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Saranno presenti: Giancarlo Petrella, Università Cattolica, Brescia; Susy Marcon, Biblioteca Nazionale Marciana; Giovanni Maria Fara e Daria Perocco, Università Ca’ Foscari, Venezia.

    La rivista “L’Illustrazione”, nata per colmare un vuoto nel panorama accademico innanzitutto italiano e supportata da un ampio comitato scientifico internazionale, intende offrire a studiosi già affermati e più giovani ricercatori lo spazio in cui far convergere i loro contributi inerenti il libro a stampa illustrato, nelle sue molteplici forme, dalle origini quattrocentesche all’età contemporanea. Si propone altresì come il ‘luogo’ in cui studiosi militanti su fronti diversi (storici del libro e dell’illustrazione, ma anche storici dell’arte e della letteratura) possano dialogare e confrontarsi sul tema assai fecondo del rapporto fra testo e immagine.

    La rivista, con cadenza annuale e uscita prevista nell'autunno di ogni anno (il primo fascicolo è stato pubblicato a fine 2017), si articola in due sezioni: la prima ospiterà contributi sin qui inediti in italiano, inglese e francese; la seconda, attraverso puntuali recensioni a volumi e pubblicazioni recenti, intende offrire una panoramica il più possibile aggiornata e internazionale sugli studi riguardanti il libro a stampa illustrato.  

    Comitato scientifico internazionale: Ilaria Andreoli, Lilian Armstrong, Giorgio Bacci, Erik Balzaretti, Lina Bolzoni, Neil A. Harris, Philippe Kaenel, Tomaso Montanari, Martino Negri, Paola Pallottino, Stefano Salis, Helena Szépe, Maria Gioia Tavoni, Lucia Tomasi Tongiorgi


    0 0

    Giovedì, 24 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana - nell’ambito dell’iniziativa ministeriale di promozione della lettura “IL MAGGIO DEI LIBRI” organizzata dal Centro per il libro e la lettura -  propone giovedì 24 maggio, alle ore 17, la presentazione del nuovo romanzo di Leonardo Colombati, Estate, Milano, Mondadori, 2018.

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Sarà presente l’Autore che dialogherà con Alessandro Cinquegrani (Università Ca’ Foscari, Venezia).

    “Cosa devo fare della mia vita? Io non lo so. Avevo tutto: una famiglia, i soldi, l’amore, il rispetto. E il Sea-Gull Hôtel des Étrangers. Non mi è rimasto più niente.” Jacopo D’Alverno è un quarantenne indeciso a tutto, che gestisce pigramente il vecchio albergo di famiglia senza voler prendere atto che certi fasti appartengono a un’altra epoca; fino al giorno in cui assiste impotente all’incendio che decreta la chiusura dell’hotel e lo costringe a fare i conti con se stesso. Abbandonato da moglie e figlia, vessato dalla compagnia di assicurazione, aggredito dai creditori, Jacopo affronta la sua débâcle esistenziale con l’aiuto di due improbabili compagni d’avventura: il suo molesto e irresistibile avvocato, anche lui neoscapolo costantemente in bilico tra euforia e disperazione; e Astrid, giornalista freelance e antica fiamma di gioventù che Jacopo accompagna controvoglia in Norvegia per seguire il processo a Anders Breivik. Senza parlare di altre tre figure femminili della famiglia D’Alverno, ognuna importantissima per Jacopo: una sorella anticonformista, una madre che si ostina a vivere tumulata nell’albergo chiuso e in rovina, e il ricordo angosciante di una cugina scomparsa negli spensierati anni dell’infanzia.

    Narrato in prima persona, con un sapiente andirivieni nel tempo, il romanzo affronta con sguardo limpido il momento della crisi. Arguto e malinconico, lucido e impeccabile nell’analisi delle nostre insufficienze, Leonardo Colombati si conferma come uno dei narratori più importanti del panorama italiano contemporaneo.

    Leonardo Colombati è nato a Roma nel 1970. Ha pubblicato i romanzi Perceber (Sironi, 2005 - Fandango, 2010), Rio (Rizzoli, 2007), Il re (Mondadori, 2009), 1960 (Mondadori, 2014). Ha curato i volumi Bruce Springsteen: Come un killer sotto il sole. Il grande romanzo americano (Sironi, 2007) e La canzone italiana 1861-2011. Storia e testi (Mondadori-Ricordi, 2010). Direttore della rivista "Nuovi Argomenti", nel 2016 ha fondato con Emanuele Trevi la scuola di scrittura Molly Bloom, che dirige.


    0 0

    Mercoledì, 30 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana - nell’ambito dell’iniziativa ministeriale di promozione della lettura “IL MAGGIO DEI LIBRI” organizzata dal Centro per il libro e la lettura -  propone mercoledì 30 maggio, alle ore 17, la presentazione del nuovo romanzo di Marilia Mazzeo, Non troverai altro luogo, Verona, L’Iguana Editrice, 2017.

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Sarà presente l’Autrice che dialogherà con Annalisa Bruni (Biblioteca Nazionale Marciana) e Saveria Chemotti (Università degli Studi di Padova).

    Il libro

    Carlo è scomparso. Dopo il licenziamento ha smesso di dare notizie e di rispondere al telefono. Gli ultimi indizi rilevati dai carabinieri risalgono a due mesi prima. Sua madre Elena decide di cercarlo investigando sui pochi dettagli di cui dispone, ripercorrendone le tracce seminate tra Torino e Trieste e incontrando le persone che hanno avuto a che fare con lui. Durante il viaggio, scandito da sogni e flashback che sveleranno poco per volta il passato della famiglia, Elena scoprirà lati nascosti del figlio e ascolterà storie di donne e uomini, della loro fatica di tirare avanti, di stare al passo, di fare di necessità virtù. Il romanzo di Marilia Mazzeo, marcato da dialoghi che assecondano con precisione la lingua quotidiana, punta il dito sui tratti trasversali della crisi economica che ha fatto esplodere nuovi conflitti generazionali, senza allentare mai la tensione sulla domanda cruciale: che fine ha fatto Carlo?

    L’Autrice

    Marilia Mazzeo è nata a Ravenna, ma vive a Venezia da molti anni. Dopo aver studiato Architettura ha deciso di cambiare rotta e dedicarsi alla scrittura. Ha pubblicato la raccolta Acqua alta (Theoria 1997), i romanzi Parigi di periferia (EL 1998) e La ballata degli invisibili (Frassinelli 1999) e una serie di racconti, alcuni tradotti in inglese, tedesco e francese, per antologie, giornali e riviste.

     


    0 0
  • 03/20/18--02:11: ANNO BESSARIONEO 2018
  • 5 APRILE 2018 - 30 APRILE 2019
    da Aprile 2018 a Aprile 2019

    Nel 2018 ricorrono cinquecento e cinquant’anni dal 1468, anno della cospicua donazione a san Marco, ossia allo Stato veneziano, della biblioteca del cardinale Bessarione, eccezionalmente ricca e di grande importanza culturale, scientifica, filosofica, storica e teologica. Tale data viene considerata come fondativa della Biblioteca di San Marco. L’edificio della Biblioteca sarà poi costruito alla metà del Cinquecento, di fronte al Palazzo Ducale, quale simbolo della grandezza e del valore della Serenissima.    

    La Biblioteca Nazionale Marciana intende celebrare l’anniversario con studi rinnovati ed eventi, in ideale continuità con le due occasioni commemorative del 1968 e del 1994.

    L’Anno bessarioneo 2018 è stato accolto fra quelli dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. L’Anno dedicato al patrimonio, voluto dalla Commissione europea,e coordinato in Italia dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è finalizzato a scoprire e celebrare, a livello locale, regionale, europeo e internazionale, il patrimonio culturale europeo nella ricchezza della sua diversità, scoprendo attraverso di esso una cultura e una storia europea comune e connessa.

     

    Programma dell’anno bessarioneo

    L’Anno bessarioneo 2018  sarà inaugurato il 5 aprile 2018, con una cerimonia di apertura, e con la prolusione di Marino Zorzi, Bessarione fra Grecia, Roma e Venezia. Aspetti biografici e culturali.

    A seguire, le conferenze, disposte dalla tarda primavera 2018 all’aprile 2019, avranno cadenza bisettimanale o settimanale, il giovedì pomeriggio alle ore 17, su tematiche relative alla figura del cardinale e alla raccolta bessarionea, ai rapporti tra greci e latini e ai mutamenti storici, rivolte al pubblico locale e internazionale. Nel ciclo primaverile interverrano Concetta Bianca, Luisa Zanoncelli, Silvia Tessari, David Speranzi, Thierry Ganchou, John Monfasani. È inoltre previsto un pomeriggio dedicato alla catalogazione dei codici greci marciani realizzata negli anni ’70 e ’80 da Elpidio Mioni. Le conferenze riprenderanno a metà settembre, per proseguire all’inizio dell’anno 2019.

    La Giornata di studi bessarionei, internazionale e interdisciplinare, con interventi scientifici mirati, si svolgerà nel Salone Sansoviniano della Biblioteca il 7 e 8 novembre 2018. Studiosi, specialisti di ciascun tema, interverranno intorno a due argomenti: i manoscritti bessarionei conservati fuori Venezia, e le materie contenute nei codici che fecero parte della biblioteca del cardinale niceno.

    Il Convegno Musica e teoria musicale  nel  fondo Bessarioneo  della Biblioteca Nazionale  Marciana   si terrà il 10 e 11 novembre 2018, a cura e presso la Fondazione Ugo e Olga Levi. Nell’ambito del convegno è previsto un concerto diretto da Maria Alexandru.

    Dal 25 novembre 2018 al 22 aprile 2019 si svolgerà l’esposizione  curata dal Diözesan Museum Freising, che avrà il suo fulcro nell’icona della Vergineconservata nello stesso Museo. Databile al decimo secolo, ritenuta realizzata dalla mano dell’evangelista Luca, salvifica e protettrice, in ambito trecentesco bizantino ricevette la cornice in argento e smalti che la accomuna strettamente ad almeno una delle legature bizantine conservate presso la Biblioteca Marciana. Con la sua storia si ripercorrono quei contatti del mondo occidentale con la grecità che l’interesse bessarioneo per i codici greci, aggiornato poi su quelli latini, esprime in maniere confrontabili. La mostra si terrà nel Salone Sansoviniano della Biblioteca, inserito nel percorso museale di Piazza San Marco. Conterrà oggetti preziosi e documentazione intorno agli anni e alla figura dell’imperatore bizantino Manuele II Paleologo (1350-1425) e al viaggio dell’icona mariana.

    Si stanno mettendo allo studio alcuni restauri di oggetti bessarionei, e in particolare il Dittico di rame con il ritratto di Bessarione e la teca lignea e di pelle della scatola che racchiude il codice del munus.

    Sono previste specifiche attività didattiche, lungo l’intero anno, rivolte a studenti di scuola superiore e universitari, con interventi di tipo seminariale, volte a introdurre alla conoscenza delle discipline di studio relative a manoscritti e stampati antichi, con particolare attenzione alla fondazione della Biblioteca e al nucleo di manoscritti bessarionei. Saranno accompagnate da visite guidate all’antica Libreria di San Marco, costruita per volere della Serenissima al fine di accogliere degnamente il lascito bessarioneo. È previsto in particolare un ciclo di conversazioni davanti all’opera: davanti a un’opera esposta, uno specialista interverrà miratamente.

    Il calendario delle attività sarà pubblicato, mano a mano, nel sito della Biblioteca e diffuso attraverso i contatti marciani e degli Istituti coinvolti.

     

    Comitato tecnico-scientifico

    Maurizio Messina e Susy Marcon, Biblioteca Nazionale Marciana

    Giorgio Busetto, Fondazione Ugo e Olga Levi

    Georgios Ploumidis, Istituto Ellenico di Studi Bizantini di Venezia

    Antonio Rigo, Università Ca’ Foscari Venezia,DipartimentodiStudiUmanisticiNiccolò Zorzi, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari

     


    0 0

    Venerdì, 13 Aprile 2018

    Venerdì 13 aprile, alle ore 16, la Biblioteca Nazionale Marciana , in collaborazione con la Società Dante Alighieri - Comitato di Venezia e il Dipartimento di Studi Umanistici di Ca’ Foscari, Venezia - Dottorato in Italianistica, organizza la presentazione del volume Ama l'italiano, segreti e meraviglie della lingua più bella (Milano, Piemme, 2017) di Annalisa Andreoni.

    Saluti di: Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana, Rosella Mamoli Zorzi, presidente del Comitato di Venezia della Società Dante Alighieri, Alessando Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri e Tiziano Zanato, coordinatore del Dottorato in Italianistica. Sarà presente l’Autrice, che dialogherà con Silvana Tamiozzo Goldmann e Serena Fornasiero.

    Nell’occasione il Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Alessando Masi, conferirà il “Premio Dante” all’Autrice.

    Il libro

    Ama l'italiano, segreti e meraviglie della lingua più bella (Milano, Piemme, 2017) racconta la nostra lingua e la sua duttilità rispetto ad altre lingue (le nostre 250mila parole, contro le 600mila dell’inglese, non ci rendono più poveri, ad esempio, perché da una sola radice noi ricaviamo molti vocaboli).  Il libro, improntato a un tono di alta divulgazione, è godibilissimo e insieme raffinato: accompagna il lettore per otto capitoli-passeggiata mostrando i tesori della lingua e letteratura italiana da Boccaccio alla “supercazzola” di Amici miei, da Galileo a Benigni, dalle variegate avanguardie contemporanee (“Freak” Antoni in testa) al tardo Cinquecento (protagonisti il conte Giovanni Bardi e i suoi amici), fino all’italiano dell’opera lirica e della canzone. In un andirivieni suggestivo si intrecciano le voci più varie della contemporaneità e i grandi della nostra tradizione. In filigrana – ed è uno degli aspetti meritori del libro – è riconoscibile un’autentica passione per la lingua e la letteratura italiana e con essa il desiderio di  trasmetterla agli studenti e ai giovani in genere per aiutarli ad accrescere la consapevolezza del modo in cui scrivono e in cui leggono: «a me piace immaginare la lingua italiana come uno strumento che ognuno può imparare a suonare meravigliosamente accostandosi ai grandi scrittori, perché sono loro ad aver reso bella la nostra lingua, ad averla trasformata in musica».

    L’autrice

    Annalisa Andreoni insegna Letteratura italiana all'Università IULM di Milano e afferisce al Centro di Ricerca Interuniversitario “Culture di genere”. Laureata in Lettere classiche e addottoratasi in Studi italianistici presso l’Università di Pisa, è stata borsista all’Università di Zurigo, assegnista di ricerca all’Università di Pisa, fellow a ‘Villa I Tatti’, The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies. Attualmente è ricercatrice di Letteratura italiana, pur avendo conseguito l’abilitazione a professore sia di seconda che di prima fascia. Ha partecipato a numerosi convegni nazionali e internazionali, tra i quali i Congressi della Renaissance Society of America (RSA) di Chicago 2008 e Los Angeles 2009, il Congresso della British Society for Eighteenth-Century Studies (BSECS), Oxford 2012, e il Convegno su Aristotelian Philosophy and the Vernacular in the Renaissance di University of Warwick e CTL-SNS, Pisa, Scuola Normale Superiore, 2012. Studiosa della modernità letteraria, Annalisa Andreoni si è occupata in particolare del classicismo e delle poetiche dal Rinascimento all’Illuminismo. Tra le sue pubblicazioni: Omero italico. Favole antiche e identità nazionale tra Vico e Cuoco (Roma, Jouvence 2003), La via della dottrina. Le lezioni accademiche di Benedetto Varchi (Pisa, ETS 2012) e l’edizione del romanzo Platone in Italia.Traduzione dal greco di Vincenzo Cuoco (Roma-Bari, Laterza 2006, con Antonino De Francesco). Condirige la "Nuova Rivista di Letteratura Italiana" e la collana "Alla giornata. Studi e testi di letteratura italiana". Si occupa di didattica dell’italiano nell’Università e di scritture femminili del Novecento. Scrive inoltre di letteratura, cultura e università sull’Huffington Post e tiene un blog di letteratura, cultura e società intitolato Generazione GoldrakeHa ricevuto il Premio Vincenzo Cuoco (edizione 2014), assegnato dall’Associazione Vincenzo Cuoco e dal Rotary Club Termoli-Distretto 2090.


    0 0

    Venerdì, 18 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana, venerdì 18 maggio 2018, dalle 9.30 alle 18.00, ospiterà nel Salone  della Libreria Sansoviniana (P. tta San Marco 13/a, Venezia) la “Giornata di Studi su Rodolfo Namias, evento clou all’interno del periodo espositivo della mostra “Rodolfo Namias, manualistica tecnica tra fotografia e industria. 1891-1938” che chiuderà domenica 20 maggio prossimo.

    Ideata da Luca Sorbo, socio del Gruppo Rodolfo Namias e docente di Archiviazione e Conservazione della Fotografia e Storia della Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, la Giornata di Studi si pone come obiettivo di analizzare e mettere in valore la figura e l’operato di Rodolfo Namias, chimico prestato alla fotografia a cavallo di due secoli.

    Gli interventi riguarderanno la sua biografia, la panoramica delle sue pubblicazioni, la chimica fotografica, l’ottica e i procedimenti fotomeccanici, l’invenzione della resinotipia, le attrezzature da ripresa, il rapporto tra la manualistica storica e il restauro della fotografia, e le relazioni tra la manualistica tecnica e la storia della fotografia.

    Per informazioni:

    Ufficio Stampa della Biblioteca Nazionale Marciana: bruni@marciana.sbn.it

    Gruppo Rodolfo Namias: info@grupponamias.com

    Rodolfo Namias, nato nel 1867 e morto nel 1938, noto soprattutto per la sua attività divulgatrice in ambito fotografico, Namias nel 1894 fu fondatore della rivista “Il progresso fotografico”, che continuò la sua attività fino al tempo presente con l’eccezione del periodo della II Guerra Mondiale. Chimico e figlio di un tipografo, sin dai primi suoi scritti egli si propose di formare una classe di operatori specializzati in questo settore, fornendo loro sia le cognizioni pratiche sia quelle teoriche. Nel corso di circa cinquant’anni pubblicò una cinquantina di titoli diversi, molti dei quali in molteplici edizioni e traduzioni.

     


    0 0

    Mercoledì, 23 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana, mercoledì 23 maggio 2018,  dalle ore 16.30 alle ore 18.00, presenta i suoi progetti di restauro per “Art bonus”:

    • IL GLOBO CELESTE DA TRE PIEDI E ½  DI VINCENZO CORONELLI
    • IL MAPPAMONDO DI FRA MAURO

    Grazie alle importanti novità introdotte dalla legge n.83//2014 "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, è più semplice e vantaggioso per tutti  dare il proprio contributo a sostegno della cultura.  L' Art Bonus consente infatti un credito di imposta fino  al  65% dell'importo versato  a chi, persona fisica o impresa,  effettua erogazioni liberali in denaro  a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano.

    Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia

    Interventi:

    Maurizio Messina, direttore, Biblioteca Nazionale Marciana

    Massimo Da Re, presidente, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Venezia

    Leonardo Buzzavo, professore associato, Dipartimento di Management Università Ca’ Foscari

    Silvia Pugliese, restauratore conservatore, Biblioteca Nazionale Marciana

    Sarà presente Carla Gobbetti, referente Art Bonus, Ales S.p.a.

     

     


    0 0
  • 05/14/18--01:06: Giornata della Dante
  • Martedì, 29 Maggio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana ospiterà nel Vestibolo della Libreria Sansoviniana, sua sede monumentale, la GIORNATA DELLA DANTE, organizzata dalla Società Dante Alighieri, Comitato di Venezia, martedì 29 maggio, alle ore 17.

    Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili da P. tta San Marco n. 13/a, Venezia.

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana e di Rosella Mamoli Zorzi, presidente del Comitato di Venezia della Società Dante Alighieri.

    La Giornata è dedicata alla memoria di Saverio Bellomo, insigne dantista che ha generosamente collaborato più volte con il Comitato di Venezia della Società Dante Alighieri.

    In tale occasione Camillo Tonini, già direttore del Palazzo Ducale di Venezia, terrà una conferenza su “Il Palazzo Ducale di Venezia. L'Ottocento”, con letture di testi, in collaborazione con Loredana Perissinotto.

     

     


    0 0

    Domenica, 03 Giugno 2018

    Torna anche a giugno #DomenicalMuseo,  giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente,  in applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

    Domenica 3 giugno 2018, quindi, tutti  potranno  accedere gratuitamente  al  Museo  Archeologico  Nazionale e  alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana  e, inseriti nel percorso integrato de “I Musei di Piazza San Marco” (orario: 10.00 – 19.00, ultimo ingresso alle ore 18.00).

    Il pubblico che desidera visitare soltanto queste due sedi, pertanto, potrà accedervi dall’ingresso storico del Museo Archeologico Nazionale: Piazzetta San Marco n. 17.

    Si precisa che, per motivi di sicurezza, non saranno ammessi visitatori con zaini, trolley e borse ingombranti. Non sarà permesso l’accesso di persone con il volto coperto, per precisa indicazione della Prefettura.


    0 0

    Oggi, lunedì 21 maggio 2018, le Sale Monumentali della Biblioteca saranno chiuse per il disallestimento della mostra su Rodolfo Namias.


    0 0

    da Sabato, 09 Giugno 2018 a Domenica, 01 Luglio 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana ospiterà dal 9 giugno al 1° luglio prossimi, nelle sue Sale Monumentali con ingresso dal Museo Correr, la mostra “Coordinate”, fotografie di Dierk Maass.

    Sono le coordinate geografiche il filo rosso che unisce l'opera del noto fotografo Dierk Maass: costituiscono i titoli delle sue fotografie e indicano il luogo dove ogni immagine è stata creata, fornendo inoltre preziosi indizi su che cosa caratterizzi la personalità dell’artista Svizzero: curiosità e spirito di avventura. Le sue  fotografie dirottano lo spettatore in luoghi isolati e aprono la visuale verso un mondo spesso sconosciuto.

    Le Fotografie di Dierk Maass costruiscono così un ponte tra il luogo dell’esposizione, la biblioteca millenaria, altrettanto simbolo per lo spirito pioneristico e il sapere raccolto, e il mondo.

    Il Vernissage si terrà venerdì 8 giugno alle ore 16 nelle sale Monumentali in cui è ospitata l'esposizione, con ingresso da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia.

    La mostra è stata curata dallo spazio per l’arte The View. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo.

    Info

    www.the-view-ch.com

    http://dierk-maass-ch.com


    0 0

    Venerdì, 25 Maggio 2018

    Venerdì 25 maggio 2018, alle ore 17, la Biblioteca Nazionale Marciana è lieta di recuperare una data del ciclo autunnale “Andar comparando” dedicato alla letteratura comparata, a cura di Annalisa Bruni e Alessandro Scarsella. Sarà  presentato infatti il volume di Alessandro Cinquegrani, Il sacrificio di Bess. Sei immagini su nazismo e contemporaneità,Milano-Udine, Mimesis, 2018.Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Sarà presente l’Autore, che dialogherà con Alessandro Scarsella, Università degli Studi di ca’ Foscari, Venezia. Ingresso libero da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia (Libreria Sansoviniana).

    Il libro

    Bess è la protagonista delle Onde del destino di Lars von Trier. È irrazionale, illogica, sentimentale, folle. Si batte contro il pensiero, la logica, della comunità che la ospita. Si batte e soccombe. Eppure la sua battaglia pare l’allegoria di una condizione esistenziale in cui la lotta contro quella che Jung chiamava la funzione pensiero, diviene un esorcismo contro il male. Lo stesso male che trionfava durante il nazismo e forse anche nella società contemporanea: in un tempo in cui il simbolico è dominato da simulacri vuoti, il mito è il rovescio del razionale, la libertà è un’etichetta a buon mercato.Da Primo Levi a Maurizio Cattelan, da Jonathan Littell a Quentin Tarantino, da Philip Roth a Lars von Trier, questo libro è l’appassionante storia di una lunga battaglia di uomini e donne per rivendicare il ruolo del sentimento, dell’anima, del femminile contro il dominio esclusivo del pensiero. Nel tempo della post-memoria, il nazismo deve essere considerato anche nella sua metafora, come il bacino delle storie e delle immagini che questo libro ripercorre.

    L’Autore

    Alessandro Cinquegrani è ricercatore di Letteratura comparata all’Università Ca’ Foscari, Venezia. Tra le sue pubblicazioni i volumi La partita a scacchi con Dio (Padova 2002 - Premio Gesualdo Bufalino), Solitudine di Umberto Saba (Venezia 2007 - Premio Promozione Ricerca CNR), Letteratura e cinema (Brescia 2009 - Menzione Speciale al Premio Internazionale Efebo d'oro) e l’edizione critica di La donna vendicativa di Carlo Gozzi (Venezia 2013). Ha inoltre pubblicato il romanzo Cacciatori di frodo (Torino 2012 - Finalista al Premio Calvino).


    0 0

    Venerdì, 08 Giugno 2018

    Venerdì 8 giugno, alle ore 16.00, sarà inaugurata la mostra “Coordinate”, fotografie di Dierk Maass, a cura di The View Contemporary Art, allestita nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana. Ingresso da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia.

    La mostra sarà aperta al pubblico dal 9 giugno al 1° luglio prossimi, con ingresso dal Museo Correr (Piazza San Marco, Ala napoleonica) e biglietto del Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco (orario 10-18).

    Saluti di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana.

    Saranno presenti:

    Dierk Maass
    Antoinette Airoldi, The View Contemporary Art
    Manfred Möller, Kunsthandel Verlag
    Petra Schaefer

    Sono le coordinate geografiche il filo rosso che unisce l'opera del noto fotografo Dierk Maass: costituiscono i titoli delle sue fotografie e indicano il luogo dove ogni immagine è stata creata, fornendo inoltre preziosi indizi su che cosa caratterizzi la personalità dell’artista Svizzero: curiosità e spirito di avventura. Le sue  fotografie dirottano lo spettatore in luoghi isolati e aprono la visuale verso un mondo spesso sconosciuto. Le Fotografie di Dierk Maass costruiscono così un ponte tra il luogo dell’esposizione, la biblioteca millenaria, altrettanto simbolo per lo spirito pioneristico e il sapere raccolto, e il mondo.

    La mostra è stata curata dallo spazio per l’arte The View. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo.

    Info

    www.the-view-ch.com

    www.dierk-maass-ch.com


    0 0

    AVVISO

    Le nostre Sale Monumentali, inserite nel percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco, saranno chiuse da lunedì 4 a venerdì 8 giugno prossimi per l'allestimento della mostra "Coordinate" fotografie di Dierk Maass.

    Ci scusiamo per il disagio, ma, vedrete che ne vale la pena!


    0 0
  • 05/31/18--03:34: Limitazioni servizi
  • Martedì 5 giugno 2018 e martedì12giugno2018 dalle ore 11.30 alle ore 14.00 saranno SOSPESI i servizi di Distribuzione e Prestito,

    per consentire la partecipazione del personale ad un corso di aggiornamento sui Sistemi di sicurezza e impianti della Biblioteca.

    Il servizio riprenderà regolarmente dopo le 14.00.

    Ci scusiamo per il disagio.


    0 0

    Wolfgang Beltracchi e Mauro Fiorese. Un progetto di Christian Zott.
    da Venerdì, 05 Ottobre 2018 a Sabato, 03 Novembre 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana, in collaborazione con ZOTT Artspace, presenta, dal 5 ottobre al 3 novembre 2018 nelle sue Sale Monumentali (con ingresso dal Museo Correr, ore 10-18 fino al 31 ottobre, dal 1° novembre: ore 10-16), la mostra “KAIROS. Il momento decisivo”, che vuole proporre uno sguardo unico nel suo genere sulla storia dell’arte. La mostra permetterà, infatti, di ammirare le opere mai viste e mai realizzate in 2000 anni di produzione artistica europea.

    Dopo tre anni di preparativi, la mostra con le fotografie di Mauro Fiorese (1970 – 2016) ed i quadri di Wolfgang Beltracchi (*1951) inaugurerà la sua tournée europea nelle sale della Biblioteca Nazionale Marciana.

    “Visto lo stretto legame con Mauro Fiorese, di cui “KAIROS. Il momento decisivo” è stato l’ultimo progetto, tenevamo particolarmente ad inaugurare la mostra in Italia, suo Paese natale”, afferma l’ideatore del progetto, Christian Zott, riguardo alla cooperazione con la Biblioteca Nazionale Marciana. Per il progetto europeo, Zott ha incaricato due artisti di confrontarsi con la domanda degli spazi vuoti nella nostra visione dell’arte: “Come sarebbe se non vedessimo tutto ciò che invece avremmo potuto vedere?”, domanda alla quale i due artisti forniscono risposte fortemente divergenti:

     

    Mauro Fiorese, nella sua pluripremiata serie “Treasure Rooms”, ha fotografato i depositi di alcuni tra i più importanti musei, dagli Uffizi al Museo Correr passando per la Galleria Borghese, mettendo in luce l’enorme varietà del nostro retaggio culturale, del quale però vediamo in realtà solo una piccola parte. Circa il 90 percento delle collezioni, infatti, è immagazzinato nei depositi dei musei. Il loro grande momento è passato. Perché? – questa è la domanda che i lavori di Fiorese sembrano porre.

     

    Il pittore Wolfgang Beltracchi, dal canto suo, si mette alla ricerca dei grandi momenti del passato che non sono mai stati fissati su tela, che Beltracchi dipinge utilizzando la mano artistica dei grandi maestri del proprio tempo. Dalla HMS Beagle che salpa con a bordo Charles Darwin, nella mano artistica di William Turner, fino alle scoperte di Amerigo Vespucci, il primo europeo a capire che il Nuovo Mondo era un continente a sé stante, attraverso la mano del suo contemporaneo Sandro Botticelli. Momenti cruciali di una ventina di epoche storiche ci si presentano innanzi, per la prima volta ritratti con la mano artistica dei maestri del loro tempo.

     

    Grazie a moderni strumenti per la rappresentazione dell’arte, come una App con realtà aumentata, Christian Zott e il curatore Andreas Klement rendono la visita della mostra un’esperienza quanto mai coinvolgente.

    Gli artisti:

    Wolfgang Beltracchiè nato nel 1951 con il nome di Wolfgang Fischer come figlio di un pittore e restauratore di chiese. Già in giovane età ha dato una mano al padre, affiancandolo nel suo lavoro e studiando volumi di storia dell’arte. Cosa che gli ha permesso di sviluppare quasi per gioco una profonda conoscenza dell’arte e una straordinaria abilità artigianale, con le quali in seguito avrebbe sbalordito ma anche ingannato il mondo dell’arte.

    Mauro Fiorese (1970 – 2016) è da annoverarsi tra i fotografi contemporanei più riconosciuti a livello internazionale. I suoi lavori sono stati esposti, tra gli altri, alla Bibliothèque Nationale de France a Parigi, al Museum of Fine Art di Houston e al Museo di Fotografia Contemporanea di Milano. All’inizio del 2016 è stato premiato come uno degli artisti più influenti a livello mondiale nel quadro del World Economic Forum a Davos.

     

    https://www.kairos-exhibition.art/it/

    _________________________________

     

    Biblioteca Nazionale Marciana

    Ufficio Stampa

    Annalisa Bruni

    Tel. +39.(0)41.2407238

    bruni@marciana.venezia.sbn.it

     

    Kristina Behrend 

    Head of Communications 

    mSE Solutions

    Management Solutions and System Engineering 

    Elsenheimerstr. 65

    D-80687 München

    Germany

    Mobil: +49 - (0) 173 - 7639423

    KBehrend@mse-solutions.com


    0 0

    Mercoledì, 13 Giugno 2018

    La Biblioteca Nazionale Marciana organizza, mercoledì 13 giugno, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, un incontro dal titolo: “La sicurezza della Biblioteca Marciana: innovative metodologie di verifica sismica”.

    Ingresso libero da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia (Libreria Sansoviniana).

    Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana

    Interventi:

    Corrado Azzollini, La prevenzione sismica nei beni culturali
    Renata Codello, Le esperienze veneziane
    Alberto Lionello, La verifica sismica della biblioteca con metodi innovativi
    Giuliano Panza, Difendersi dai terremoti si può e si deve
    Fabio Romanelli, Input sismici con il metodo neodeterministico

    Nel quadro generale di prevenzione sismica del MIBACT, la verifica della Biblioteca Nazionale Marciana è stata eseguita con particolare attenzione affiancando agli usuali metodi nuove procedure che hanno portato a studiare la risposta degli edifici della Zecca e della Libreria fino al massimo terremoto credibile. I risultati ottenuti sono particolarmente interessanti e possono aprire nuovi scenari per la sicurezza del patrimonio storico.

     


    0 0

    Grazie alla promozione dell’Ordine dei Commercialisti la Banca della Marca Credito Cooperativo finanzia il restauro del Globo celeste di Coronelli
    Venerdì, 22 Giugno 2018

    A meno di un mese dalla presentazione alla stampa e alla città dei due progetti che la Biblioteca Nazionale Marciana ha proposto all’interno di Art Bonus (il restauro del Globo celeste da tre piedi e½  di Vincenzo Coronelli e il Mappamondo di Fra’ Mauro) si registra già un importante risultato: il primo progetto sarà interamente finanziato dalla Banca della Marca Credito Cooperativo. Banca della Marca ha infatti trasferito la filiale del centro storico della nostra città nel funzionale palazzo a due piani al n. 4403 del Sestiere di San Marco. Per celebrare questo importante evento ha voluto dare un segno di attenzione alla storia di Venezia sostenendo il restauro di uno dei manufatti più importanti del noto cartografo della Repubblica Serenissima.

     

    Un progetto che si perfeziona anche grazie all’Ordine dei Commercialisti veneziani che hanno coadiuvato la Biblioteca Marciana nella relazione con BCC Banca della Marca che l’11 giugno scorso ha aperto una sua filiale a Venezia in Bacino Orseolo a San Marco.

     

    Il globo attualmente è esposto nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, vale a dire la Libreria Sansoviniana, sua sede storica.

    L’intervento di restauro affronterà i problemi presenti nelle diverse componenti del Globo  - imbrunimento e sporcizia delle superfici, vecchi rattoppi e verniciature, infestazione da tarli – con la modalità del cantiere aperto, direttamente nelle Sale museali. I visitatori potranno così seguire i lavori e non sarà necessario spostare un’opera di notevoli dimensioni.     

     

    Venerdì 22 giugno 2018, alle ore 12.00 questa nuova collaborazione tra pubblico e privato sarà presentata alla stampa e alla città in un incontro pubblico nel Vestibolo della Libreria Sansoviniana (ingresso da Piazzetta San Marco 13/a, Venezia).

     

    Saluto del Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana, Maurizio Messina.

    Interventi di:

    Silvia Pugliese (Coordinatrice del Dipartimento Tutela, Conservazione e Restauro della Biblioteca Nazionale Marciana)

    Orsola Braides (Coordinatrice del Dipartimento Biblioteca Digitale e Materiali Speciali della Biblioteca Nazionale Marciana)

    Claudio Sernagiotto (Presidente di Banca della Marca)

    Massimo Da Re ( Presidente Ordine dei Commercialisti)

     

     

    Ricordiamo che con Art Bonus è più semplice e vantaggioso per tutti  dare il proprio contributo a sostegno della cultura. La legge n.83/2014 "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo” consente infatti un credito di imposta fino  al  65% dell'importo versato  a chi, persona fisica o impresa,  effettua erogazioni liberali in denaro a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano.

     

    Banca della Marca Credito Cooperativo

    La storica Cassa Rurale di Orsago (TV) fonda le sue radici 120 anni fa, dando origine nel 2001 a Banca della Marca con la fusione con BCC Altamarca. Oggi dopo la fusione del 2017 con Bcc Marcon-Venezia la Banca conta 49 filiali, di cui 31 nella provincia di Treviso, 12 in provincia di Venezia e 6 in quella di Pordenone. I soci sono 8.882 ed i dipendenti e collaboratori 377. La Banca persegue una politica di sviluppo sostenibile dell’economia locale senza dimenticare di sostenere le attività di tipo culturale, sociale e sportivo del territorio.


older | 1 | .... | 30 | 31 | (Page 32) | 33 | newer